La storia Il Consorzio I Produttori Associati Il Disciplinare Contattaci
Benvenuto nel sito ufficiale del Salame di Fabriano
Il Salame di Fabriano, una tradizione antica

Le origini del salame lardellato fabrianese si perdono nella notte dei tempi, ma la data del 22 aprile 1881 è un punto fermo che ne testimonia la notorietà: in quella data Giuseppe Garibaldi scrisse una lettera per ringraziare l'amico Benigno Bigonzetti dei preziosi salami fabrianesi ricevuti.

La prima fase della lavorazione consiste nel taglio del lardo (solo quello della schiena, il migliore) in cubetti e nella preparazione delle parti nobili del maiale (coscia e spalla) anch'esse tagliate e poi tritate.

L'impasto magro e i lardelli sono insaporiti con sale, pepe macinato e pepe in grani. Il tutto è poi stagionato nel budello gentile, il più adatto alla sua stagionatura.

Prodotto dalla fine di settembre all'inizio di maggio, il salame deve stagionare almeno due mesi in cantine e solai areati (le celle di stagionatura a temperatura controllata ne snaturerebbero le qualità organolettiche), ma può maturare anche cinque o sei mesi.

Ricoperto di una muffa marrone scuro, è duro e ruvido al tatto. La carne è compatta, di colore rosso scuro, con i lardelli bianchi e la grana fine.

Per rilanciare e tutelare la produzione del Salame di Fabrino è stato costituito, su inziativa dell'Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Fabrano, il Consorzio per la Produzione e la Tutela del Salame di Fabriano che ha sede presso:

Comune di Fabriano, P.le 26 Settembre 1997 - 60044 FABRIANO (AN) tel. +39.0732.709221 fax +39.0732.709320 e.mail: info@salamedifabriano.it

 

Notizie
Altre notizie...
Eventi
Altri eventi...
Login
e.mail:
Password:
Registrami
Comune di Fabriano - P. IVA 00155670425

built with Fastportal3 by FASTNET S.p.A.